La Erre (Racconto)

Mi ricordo la prima volta che ti ho visto. Ci siamo dati appuntamento ai tornelli della metro, dopo aver messaggiato per… quanto? Non molto, qualche settimana, forse un mese. Avevi un modo unico di scrivere. Le tue mail, le tue lettere, erano dense di avvenimenti. Vivaci. Vive. Soprattutto vive. E mi sono innamorato di te, […]